Capabilities

17 settembre 2009

Case Passive

Risparmio energetico fino al 90%

Che cosa è una casa passiva? La casa passiva è un’abitazione che assicura il benessere termico senza alcun impianto di riscaldamento convenzionale (caldaia o termosifoni o sistemi analoghi) ed è detta passiva perchè la somma degli apporti passivi di calore dell’irraggiamento solare trasmessi da finestre e vetrate esposte a sud con il calore prodotto e recuperato da sorgenti interne (persone, illuminazione, elettrodomestici) è quasi sufficiente a compensare le perdite dell’involucro durante la stagione fredda. Il fabbisogno energetico residuo, inferiore a 15 Kwh/mqanno, viene coperto mediante uno scambiatore ad alto rendimento Nella casa passiva non ci sono caloriferi, nè pannelli radianti; non c’è traccia di stufette elettriche nè se ne sente il bisogno, nemmeno in pieno inverno. L’edificio passivo sfrutta il calore del sole che penetra attraverso le superfici vetrate e i guadagni termici che derivano dalle attività umane svolte tra le quattro mura. Il resto lo fa una pompa di calore aria/aria, che consuma meno elettricità di un ferro da stiro e d’estate può essere utilizzata in modalità raffrescamento, al posto del condizionatore. Ma uno strumento dalla potenza così limitata non sarebbe sufficiente se non ci fosse un super-isolamento delle pareti e del tetto, che impedisce al calore di disperdersi verso l’esterno.

I vantaggi della casa Passiva
- Maggior benessere nel vivere quotidiano: grazie all’aria filtrata e sempre pura e all’umidità costante.
- Bolletta invernale: 1/10 rispetto al consumo di una abitazione tradizionale.
- Raffrescamento estivo
- Riduzione delle emissioni inquinanti in atmosfera
- Brevissimi tempi di ammortamento degli extra-costi

Salviamo l’ambiente con le nostre case: riducendo del 90% i consumi di energia.
L’aumento dei consumi di energia, abbinato all’aumento dell’inquinamento ed alle problematiche ambientali costituisce una delle priorità da affrontare: iniziamo dalla nostra casa, il luogo dove abitiamo. Un edificio tradizionale ha un consumo medio annuo di 200 -250 Kilowattora per metro quadro annuo: la casa passiva ha un consumo che si attesta sotto i 15 Kwh /mqa.

La casa passiva ha delle performance tali per cui impiega il 90% di energia in meno rispetto ad una abitazione media. Percentuale che, monetizzata e tradotta in importi di bolletta , significa che, per riscaldamento e acqua calda sanitaria (stagione invernale) un edificio di circa 240 mq costa meno di 200 euro contro i 4.000 euro che si spenderebbero per un’abitazione tradizionale di pari metratura. Risparmio davvero sorprendente e pay-back che vi permetterà di recuperare in brevissimo tempo gli extracosti sostenuti per raggiungere tale standard.

in evidenza